Navigazione veloce

Laboratori

Le nostre Strutture 

I LABORATORI

L’Istituto è dotato di 1 Laboratorio di Informatica, 1 Laboratorio Multimediale Linguistico, 1 Aula magna attrezzata ad aula multimediale, di numerose altre postazioni informatiche e di strumentazioni audiovisive fisse e mobili.I laboratori, attrezzati con almeno 13 computer e 2 stampanti ciascuno (il laboratorio di Informatica contiene 16 pc e 2 stampanti di rete), sono utilizzati per la interazione degli allievi con il software didattico installato (uso di pacchetti applicativi specifici). L’aula multimediale, nella quale sono installate 17 postazioni di computer collegati in rete (LAN) e connessi a Internet, con fibra ottica, è dotata delle attrezzature necessarie per la fruizione e la realizzazione di prodotti multimediali e per l’attivazione di una didattica in cui trovano spazio la videoscrittura, l’utilizzo in tempo reale dell’informazione on-line, le presentazioni in Powerpoint..

Laboratorio CHIMICA

Costruito ed attrezzato secondo i più moderni dispositivi di sicurezza, possiede alcuni standard dei laboratori chimici di ricerca. È dotato di microscopi ottici monoculari e binoculari collegabili al televisore attraverso una videocamera, di spettroscopia, laser, centrifuga, bagno termostatico, distillatore, cappa aspirante, bilance elettroniche, vetreria e ogni altra strumentazione necessaria ad effettuare esperimenti, analisi e reazioni chimiche, verifiche di laboratorio.
Recentemente, l’Istituto si è anche dotato di un telescopio ottico utile all’osservazione di oggetti celesti, anche di cielo profonda. II progressivo potenziamento della dotazione strumentale valorizza la valenza sperimentale delle discipline scientifiche e consente di praticare il metodo induttivo che è specifico della ricerca.

Laboratorio FISICA

II laboratorio è in grado di ospitare 29 studenti. Dotato di moderni sistemi di sicurezza, è fornito di idonea strumentazione relativa ai diversi ambiti della fisica (Meccanica del corpo rigido, Meccanica dei fluidi, Termologia e Calorimetria, Acustica e Ottica, Elettricità e Magnetismo). Le classi accedono al laboratorio con cadenza settimanale. L’attività di laboratorio ha le seguenti funzioni:

a) utilizzare il metodo induttivo

b) formulare delle ipotesi per l’interpretazione dei fenomeni

c) applicare il metodo sperimentale (verifica delle leggi fisiche)

d) applicare la teoria degli errori L’elaborazione e l’analisi dei dati sperimentali può essere svolta mediante software didattico specifico.

 

Laboratorio Astronomico  (PLANETARIO)

Il nostro planetario è formato da una cupola di 3,3 metri in vetroresina e un proiettore digitale ad alta definizione collegato ad un computer con un software informatico in grado di riprodurre la volta celeste. Il planetario è un “simulatore di cielo”: le luci proiettate sulla cupola riproducono fedelmente gli oggetti del sistema solare, le costellazioni e i moti della volta celeste. Nell’immagine della sfera celeste proiettata nel planetario viene visualizzata solo metà sfera in quanto essa simula il cielo visibile da un osservatore posto sulla terra (visuale di 180 gradi del cielo). E’ comunque possibile ruotare l’emisfero per poter visionare la volta celeste da tutte le latitudini terrestri. Al suo interno vengono riprodotti i vari oggetti celesti così come appaiono nella realtà. In particolare potremo proiettare l’immagine del sole simulando anche l’effetto della luce solare sulla volta celeste, nonché l’immagine della luna, dei pianeti del sistema solare e delle 88 costellazioni ufficiali ratificate da Delporte nel 1930. Si possono inoltre visualizzare l’eclittica, ovvero il cerchio formato dal movimento dal sole attorno alla terra nel suo moto annuale, l’equatore celeste, ovvero la proiezione dell’equatore terrestre sulla sfera celeste, la declinazione, cioè l’arco costituito dalla proiezione di un oggetto celeste sull’equatore, la griglia dei meridiani e dei paralleli di riferimento celesti centrati ai poli, la griglia dei meridiani e dei paralleli di riferimenti terrestri centrati allo zenit, la posizione dei poli celesti, il cerchio di precessione, cioè il cerchio descritto dal movimento dell’asse terrestre attorno alla normale del piano dell’orbita in 25.600 anni, il meridiano astronomico, cioè il meridiano individuato dal piano verticale passante per il polo, lo zenit e l’osservatore dal Sud geografico al Nord geografico, la via Lattea, le stelle fino a una magnitudine 7, i punti cardinali, le quote dei meridiani e dei paralleli, i nomi di pianeti e costellazioni. È inoltre possibile visualizzare l’aspetto della volta celeste di un preciso giorno del passato o del futuro. Sono poi visibili diverse simulazioni che riproducono il sistema solare, Giove e le sue lune, le eclissi, la caduta di meteore, il sorgere della Terra, di Giove e di Saturno dai rispettivi satelliti, la galassia, il passaggio di una cometa


Regolamenti Strutture

Regolamento Lab Fisica-Informatica-Linguistico

Regolamento Lab Chimica-Biologia-Astronomia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi